Con riferimento all’articolo “Piscina, il municipio resiste davanti al TAR” pubblicato sul Messaggero Veneto edizione di Pordenone il 14 agosto a firma NC (http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2018/08/14/news/piscina-il-municipio-resiste-davanti-al-tar-1.17155790?ref=search) ci vediamo costretti a precisare che:
  • Kuma ha esercitato il proprio diritto di prelazione rispetto all’offerta della prima classificata in quanto soggetto promotore del project financing messo poi a gara dal Comune di Pordenone per la gestione e ristrutturazione della piscina “Daniele Del Bianco”
  • Tale diritto è riconosciuto ai sensi dell’art. 183 del D.Lgs. 50/2016 (“Codice degli appalti”) ed è stato esercitato nei modi e tempi previsti: di conseguenza Kuma risulta aggiudicataria della concessione
  • Il ricorso avanti il TAR di Trieste è stato presentato dalle società non aggiudicatarie ARCA di Oderzo e GIS di Pordenone, mentre Kuma si limita a resistere in giudizo, nella consapevolezza delle proprie ragioni e a tutela dei propri diritti

Per qualsiasi chiarimento restiamo come sempre a disposizione all’indirizzo kuma@piscinekuma.it